Camilla Miglio – Le tracce dell’oralità nella scrittura. Ripetizioni, anacronismi, incongruenze, coloriture nella traduzione delle Fiabe dei Grimm – mercoledì 5 giugno 2013 – ore 14.30

Home / News / 2012-13 / Camilla Miglio – Le tracce dell’oralità nella scrittura. Ripetizioni, anacronismi, incongruenze, coloriture nella traduzione delle Fiabe dei Grimm – mercoledì 5 giugno 2013 – ore 14.30

Camilla Miglio, germanista, comparatista e traduttrice, ha insegnato per un decennio all’Università Orientale di Napoli e dal 2010 insegna all’Università Sapienza di Roma. Ha tradotto autori tedeschi del Romanticismo e del Novecento, tra cui i Fratelli Grimm, Brentano, Liebenskind, Kafka, Enzensberger, Waterhouse, Draesner. Tra le sue pubblicazioni volumi su Herder, Novalis, Goethe, Brentano, Rilke, Benn, Bachmann, Kafka, Celan. Su teoria e storia della traduzione ha curato due volumi (Il demone a vela. Traduzione e riscrittura tra didattica e ricerca, L’Orientale, Napoli 2006; Dello scrivere e del tradurre, L’Orientale, Napoli 2007).
Nel 2010 ha ricevuto il Bundesverdienstkreuz der Bundesrepublik Deutschland per il suo lavoro di mediazione della cultura tedesca in Italia. E nel 2005, il Premio Ladislao Mittner per la Germanistica del DAAD (Ministeri Cultura e Affari Esteri della Repubblica Federale di Germania).

 

L’appuntamento è, come di consueto, nella sala conferenze della nostra sede, Via delle Rosine 14, Torino.
Come sempre, occorre solo prenotarsi, scrivendo al seguente indirizzo: segreteria-didattica@tuttoeuropa.it